Comunicato Stampa della Lega Pallavolo Serie A

LA STORIA IN SERIE A DELLA COPRA NORDMECCANICA PIACENZA


DALLA PRIMA STAGIONE IN A2 AI RECORD DELLO SCUDETTO DEL 2009


 


 


Dalla prima stagione in Serie A2 (2000/01) al primo Scudetto le sono bastate solo 9 stagioni. Che il club piacentino faccia sul serio lo si capisce già alla seconda stagione di Serie A2 quando la formazione allenata da Mauro Berruto mette a segno la doppietta Campionato e Coppa Italia. Dalla stagione 2002/03 è ininterrottamente ai nastri di partenza della Serie A1. Nel 2003/04 la fusione con l’Asystel Milano e le prime due finali raggiunte. Quella Scudetto con la Sisley Treviso e quella di Coppa Cev persa con la Kerakoll Modena. L’anno successivo partecipa per la prima volta alla Champions League dove viene eliminata agli ottavi di finale e, sempre per la prima volta, chiude la Regular Season al primo posto. Il 2005/06 è l’anno della prima affermazione continentale: in bacheca entra la Top Teams Cup. La stagione successiva due secondi posti amari, quello in finale Scudetto con la Sisley Treviso e quello in Coppa Cev con il Novy Urengoi. Nel 2007/08 sembra continuare la maledizione del secondo posto: i piacentini cedono allo Zenit Kazan in Champions League e all’Itas Diatec Trentino in Finale Scudetto.


Nell’estate scorsa arrivi e partenze illustri. In uscita su tutti il libero brasiliano Sergio ed il centrale Vigor Bovolenta sostituiti dall’esordiente Durante, giocatore con una lunghissima gavetta alle spalle in A2 TIM da schiacciatore, e Michal Rak. Un ritorno è eccellente ed è quello di Leonel Marshall, giocatore che dimostra di avere un feeling particolare con la città e la tifoseria.


L’inizio della stagione è di buon livello ma non altissimo. Il girone di andata è chiuso al quarto posto frutto di 8 vittorie e 5 sconfitte sinonimo di qualificazione alla Final Eight di TIM Cup A1. Nel frattempo la Copra Nordmeccanica Piacenza deve fare i conti con l’infortunio dello spagnolo Falasca che la costringe a tornare sul mercato e ad ingaggiare Christian Pampel. Il cammino in Coppa Italia si ferma alle semifinali. In Europa la fase ad eliminazione della Champions League subisce i contraccolpi degli infortuni di Bravo, Marshall e Zlatanov e i biancorossi vengono eliminati agli ottavi di finale. Le assenze pesano anche nel girone di ritorno e la Copra scivola ancora di una posizione chiudendo il campionato al quinto posto.


Iniziano i Play Off e tutte le prime volte da record messe a segno da Zlatanov e compagni. La Copra Nordmeccanica Piacenza da quinta classificata è, infatti, l’unica squadra ad aver vinto lo Scudetto senza aver mai potuto usufruire del vantaggio del fattore campo nelle 28 edizioni sin qui disputate. Nei quarti elimina la RPA-LuigiBacchi.it Perugia in 3 partite. C’è bisogno della quinta gara sia in Semifinale con la Lube Banca Marche Macerata, sia in Finale con l’Itas Diatec Trentino. Risultato? Per vincere lo Scudetto numero 64 la squadra di Lorenzetti disputa 22 set, mai così tanti per vincere il tricolre. Gli incontri dei Play Off Scudetto della Copra si contraddistinguono anche per la durata. E’ una vera maratona, ad esempio, Gara 2 di Semifinale vinta dai biancorossi al tie break con Macerata, dopo 2 ore e 27 minuti. E’ la gara dei Play Off più lunga da quando è stato istituito il Rally Point System. Gara 5 di Finale, invece, con le due ore e 22 minuti di gioco è la Finale più lunga sempre dall’istituzione del Rally Point System (1999/00), la seconda partita di sempre.


 


PER HRISTO ZLATANOV PUNTI DA RECORD


 


Questi Play Off Scudetto sono stati giocati anche nel segno del capitano della Copra Nordmeccanica Piacenza Hristo Zlatanov. Lo schiacciatore italo bulgaro diventa il miglior realizzatore dei Play Off da quando è stato istituito l’attuale sistema di punteggio. I 215 punti messi a segno nelle 13 partite disputate gli fanno toccare 1318 punti, relegando Alessandro Fei al secondo posto. Considerando il Campionato nella sua interezza, Regular Season e Play Off, il primato è sempre di Hristo Zlatanov. Dalla stagione 1999/00 ad oggi ha messo a segno 4.811 punti, 100 in più di un altro “bombardiere” come Wout Wijsmans.


 


 


SERIE A1 TIM


I NUMERI DI GARA 5 DELLA FINALE SCUDETTO


 


LA GARA: 02.22


Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza 2-3 (25-21; 25-20; 21-25; 22-25; 13-15)


Il Set più Lungo: 00.31


2° Set (25-20) Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza


4° Set (22-25) Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza


Il Set più Breve: 00.28


1° Set (25-21) Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza


 


I TOP DI SQUADRA


ATTACCO: 53,5%


Itas Diatec Trentino


RICEZIONE: Pos. 50% Perf. 38%


Copra Nordmeccanica Piacenza


MURI VINCENTI: 14


Itas Diatec Trentino


PUNTI: 80


Copra Nordmeccanica Piacenza  


BATTUTE VINCENTI: 11


Copra Nordmeccanica Piacenza


 


I TOP INDIVIDUALI


PUNTI: 30


Hristo Zlatanov (Copra Nordmeccanica Piacenza)


ATTACCHI PUNTO: 23


Hristo Zlatanov (Copra Nordmeccanica Piacenza)


SERVIZI VINCENTI: 6


Hristo Zlatanov (Copra Nordmeccanica Piacenza)


MURI VINCENTI: 4


Emanuele Birarelli (Itas Diatec Trentino)


Joao Paolo Bravo (Copra Nordmeccanica Piacenza)


 


IL MIGLIORE


Hristo ZLATANOV (Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza)


 


SERIE A1 TIM


I NUMERI DELLE CINQUE GARE DI FINALE SCUDETTO


 


22 è il totale dei set disputati


5 è il totale delle gare disputate nella Serie di Finale


0 le gare finite 3-0 per un totale di 0 set giocati


1 la gara finita 0-3 per un totale di 3 set giocati


1 la gara finita 3-1 per un totale di 4 set giocati


0 le gare finite 1-3 per un totale di o set giocati


1 la gara finita 3-2 per un totale di 5 set giocati


2 le gare finite 2-3 per un totale di 10 set giocati


 


LA GARA PIU’ LUNGA: 2 ore e 22 minuti


GARA 5: Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza 2-3 (25-21; 25-20; 21-25; 22-25; 13-15)


LA GARA PIU’ BREVE: 1 ora e 19 minuti


GARA 4: Copra Nordmeccanica Piacenza – Itas Diatec Trentino 0-3 (23-25; 11-25; 24-26)


 


IL SET PIU’ LUNGO : 31 minuti


2° set (17-25) Gara 1 Itas Diate Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza


2° set (25-20) Gara 5 Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza


4° set (22-25) Gara 5 Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza


 


IL SET PIU’ BREVE: 21 minuti


2° set (11-25) Gara 4 Copra Nordmeccanica Piacenza – Itas Diatec Trentino


 


IL MEGLIO NEGLI INCONTRI: VALORI DI SQUADRA


 


Maggior numero di punti (esclusi gli errori avversari): 80 della Copra Nordmeccanica Piacenza


Gara 5: Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza 2-3


Maggior numero di ace: 11 della Copra Nordmeccanica Piacenza


Gara 5: Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza 2-3


Maggior numero di muri: 15 dell’Itas Diatec Trentino


Gara 4: Copra Nordmeccanica Piacenza – Itas Diatec Trentino 0-3


 


IL MEGLIO NEGLI INCONTRI: VALORDI INDIVIDUALI


 


Punti: 30 Hristo ZLATANOV (Copra Nordmeccanica Piacenza)


Gara 5: Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza 2-3


Ace: 6 Hristo ZLATANOV (Copra Nordmeccanica Piacenza)


Gara 5: Itas Diatec Trentino – Copra Nordmeccanica Piacenza 2-3


Muri: 5 Nikola GRBIC (Itas Diatec Trentino)


Gara 4: Copra Nordmeccanica Piacenza – Itas Diatec Trentino


 


PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI RELATIVI A GARA 3 DI FINALE PLAY OFF PROMOZIONE A2 TIM DEL 16/05/2009


 


Il Giudice Unico Federale Avv. Massimo Pettinelli con, Avv. Marco Stefano Marzano, Avv. Sebastiano Guarnaschelli, Avv. Fulvia Finotti, Avv. Margherita Giacoppo, Dott. Alessandro Guarnaschelli, Avv. Massimo Argirò, Segretaria Sig.ra Lorella Di Giacomo, ha deliberato i seguenti provvedimenti:


 


B) A CARICO SODALIZI


Nava Gioia del Colle – Multa di €400,00 per aver il pubblico sostenitore proferito ripetute frasi offensive nei confronti del 1° arbitro sia prima che durante la gara, recidiva.


Andreoli Latina – Multa di €120.00 per insufficiente numero addetti al servizio asciugatura, plurirecidiva, e richiamo per uso di strumenti acustici che disturbavano l’incontro.