Domani sera al PalaGlobo arriva Ravenna.

Il tour de force arriva alla sua quarta scalata, domani mercoledì 10 gennaio alle ore 20:30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli”, la BioSì Indexa Sora ospiterà e affronterà la Bunge Ravenna. Il ritmo serrato del calendario di SuperLega prevedeva per questo periodo, che coincide con l’inizio del girone di ritorno, cinque gare in due settimane delle quali tre, quelle con Moza, Modena e Latina, sono state già archiviate purtroppo senza punti dai ragazzi dei coach Barbiero e Colucci. E domani si torna in campo, tra le mura amiche, per il quarto appuntamento che preannuncia ancora una volta una bella e intensa sfida guidata in panchina dall’ex allenatore bianconero Fabio Soli.  

“Quella di mercoledì sera sarà una sfida molto complessa – spiega coach Maurizio Colucci -, contro un avversario che ha disputato un sorprendente girone d’andata. Ravenna può contare infatti su un organico ben allestito composto da un mix di giocatori esperti e giovani promesse. Dal canto nostro dovremo essere molto concentrati e determinati, perché sono convinto che abbiamo le carte in regola per metterli in difficoltà e portare il risultato dalla nostra parte”.

Coach Fabio Soli invece commenta così il match che lo attende:

“Rispetto alla gara di andata non siamo al meglio della condizione, mentre Sora è cresciuto parecchio. Buona parte dei punti in classifica dei nostri avversari sono stati conquistati nell’ultimo periodo e inoltre non dimentichiamo che loro possono contare sul secondo marcatore della Superlega e in più adesso giocano davvero a casa, su un campo molto caldo che conosco molto bene e dove torno sempre volentieri. Il compito della Bunge sarà quello di cercare di esprimere la sua miglior pallavolo, con l’obiettivo di conquistare un risultato positivo. Per farcela, però, dovremo stare molto attenti e non sottovalutare Sora, canalizzando nel modo giusto la rabbia per la gara di Trento, mettendo ulteriore concentrazione e pazienza nel gioco. Questo è l’unica strada per ripartire e continuare nel nostro processo di crescita, dopo che abbiamo toccato il fondo nel match casalingo con Civitanova”.

Nona della classe a quota 23 con sette vittorie da 3 punti e la restante parte rosicchiata in due tie break persi, la Bunge arriva al PalaGlobo dopo due turni negativi, quello in casa con Civitanova e quello esterno a Trento. Alla prima del girone di ritorno aveva vinto con Piacenza, ma si è trattato di un intermezzo che ha fatto riprendere ossigeno a coach Soli e ai suoi ragazzi in quanto prima, una serie da tre sconfitte, aveva segnato la parte finale del girone d’andata. E dunque, se nelle prime dieci giornate la Porto Robur Costa aveva guadagnato 20 punti classifica disputando una sorprendente prima parte di campionato, nelle ultime sei solamente tre sono entrati nelle casse mostrando completamente un altro volto di questo team ora in fase discendente. 

Di tutt’altro genere il percorso della BioSì Indexa che mostra progressi a ogni nuovo turno anche se meriterebbe di raccogliere qualche frutto in più che ha ben seminato in tutti questi mesi. E invece tirando le somme i punti classifica sono 6 guadagnati con la vittoria piena a Vibo Valentia il giorno di Santo Stefano e in due tie break, quello vinto a Castelana Grotte e quello ceduto in casa a Latina. Proprio con la Top Volley, Sora ha disputato il suo ultimo match domenica scorsa al PalaBianchini con i suoi uomini entrati in campo con concretezza caratteriale ma anche tecnica continuando a mostrare tutte le positività del gruppo e il loro livello di gioco. A confermarlo è anche Pierpaolo Mauti:

“Siamo entrati in campo consapevoli che non sarebbe stata una partita facile, ce l’abbiamo messa tutta e abbiamo lottato su ogni palla cercando di ottenere il massimo da noi stessi. Forse è mancata quella aggressività e magari un po’ di esperienza in più che non ci ha permesso di portare a casa qualche punto prezioso.
Stiamo giocando una partita ogni tre giorni praticamente, quindi mantenere alto il livello di concentrazione mentale e di efficienza fisica non è affatto facile. Ma come per noi anche per tutte le altre squadre gli appuntamenti in calendario sono gli stessi per cui siamo sullo stesso livello.
Ravenna è una squadra tecnicamente molto forte e tenace, guidata da un allenatore preparatissimo e che sicuramente assieme ai suoi uomini farà di tutto per portare a casa il risultato. La gara sicuramente sarà combattutissima perché entrambe le forze in campo vorranno a qualsiasi prezzo i tre punti.
Noi punteremo tutto sulla voglia di riscatto, sappiamo che possiamo esprimere una bella pallavolo nonostante la giovane età di gran parte del roster. Ognuno di noi metterà anima e corpo per vincere la partita”.

Carla De Caris – Respomsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

Foto: Komunicare