La Revivre ci prova ma Perugia passa al PalaYamamay per 1-3

4a Giornata Ritorno Regular Season SuperLega UnipolSai
La Revivre ci prova ma Perugia passa al PalaYamamay per 1-3. Aaron Russell MVP.

IL TABELLINO
REVIVRE MILANO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (20-25, 25-23, 20-25, 22-25)
Durata set: 27’, 31’, 30’, 32’. Tot: 2 ore
REVIVRE MILANO: Abdel Aziz 28, Piccinelli (L) n.e., Klinkenberg 5, Sbertoli, Tondo n.e., Schott 5, Perez, Piano 8, Galassi, Averill 7, Fanuli (L), Preti n.e., Cebulj 11. All. Giani
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Ricci 3, Cesarini (L) n.e., Shaw, Russell 16, Zaytsev 14, Della Lunga, Siirila n.e., Berger, Colaci (L), Atanasijevic 17, De Cecco 2, Andric n.e., Anzani 7, Podrascanin 5. All. Bernardi
NOTE: REVIVRE MILANO: 4 muri, 5 ace, 25 errori in battuta, 49% in attacco, 30% (15% perfette) in ricezione. SIR SAFETY CONAD PERUGIA: 6 muri, 6 ace, 15 errori in battuta, 57% in attacco, 40% (21% perfette) in ricezione.

Sfuma ancora una volta la possibilità per la Revivre Milano di conquistare punti contro una big. Dopo il 3-1 contro la Lube la Revivre Milano subisce lo stesso risultato al PalaYamamay contro la capolista Sir Safety Conad Perugia (20-25, 25-23, 20-25, 22-25) e rimane ferma a quota 25 punti in classifica e scendendo di un’altra posizione in classifica (ottava con gli stessi punti di Piacenza, vincente contro Modena, e Ravenna, vincente a Sora). La Revivre sfodera una prova coraggiosa ma il rammarico di non aver portato Perugia al tie break si legge sui volti di tutti i giocatori e dello staff tecnico meneghino a fine gara. Non basta la solita super prova di Nimir Abdel-Aziz (28 punti con il 58% in attacco, 1 muro ed 1 ace) ed una serata che in generale ha visto comunque la Revivre lottare con grande grinta su ogni pallone. Ma sono i dettagli che questa sera hanno fatto la differenza, come il doppio turno perugino al servizio nel quarto set che prima con Zaytsev ribalta un iniziale 6-3 Milano andando sul 6-10, poi quello di Russell (MVP) nel finale che dal 20-20 trova un break di 4-0 (20-24).

L’infernale periodo post natalizio non ha ancora fine: domenica 14 gennaio la Revivre e la SuperLega tornano di nuovo in campo. Trasferta a Ravenna per Piano e compagni che contro la Bunge dovranno a tutti i costi interrompere il digiuno di vittorie.

Andrea Giani (Revivre Milano): “Sinceramente non sono contento della partita di questa sera perché dopo il secondo set, memori di quello successo a Civitanova, siamo partiti nel terzo commettendo troppi errori, non entrando in campo per giocare punto a punto. Lo abbiamo fatto nel quesrto set commettendo però degli errori che contro queste squadre non ti puoi permettere, pagando pegno di due o tre punti difficili da recuperare. Ormai le differenze con queste squadre sono minime, non sono questioni tecnico tattiche ma di cattiveria agonistica, aspetti che non ho visto nel primo e terzo set. Poi nel punto a punto del quarto, il set più bello, abbiamo sbagliato delle situazioni semplici che non dovevamo fare per questo livello di gioco. Anche la serie finale di Russell, bravo lui, ma sapevamo che non dovevamo prendere in quella occasione punti in quella maniera. Questo è l’alto livello, il focus e la lucidità vanno tenuti sempre in tutta la gara”:

Kevin Klinkenberg (Revivre Milano): “Loro hanno fatto un buon lavoro con la battuta dall’inizio della gara e soprattutto nel quarto set dove ha fatto la differenza Russell nel finale. E’ stato molto difficile giocare contro di loro, siamo stati vicini ma manca ancora qualcosa per poter battere squadre di questo livello. Dobbiamo sfruttare tutte le occasioni che abbiamo di fare punto per mettere la palla a terra, non possiamo permetterci di lasciare per strada punti che poi alla fine fanno la differenza. Dobbiamo spingere ancora di più in battuta e migliorare a muro”.

Aaron Russell (Sir Safety Conad Perugia). “Ci aspettavamo una gara di questo genere questa sera contro Milano, combattuta e sofferta fino alla fine. Milano è molto forte in battuta ed in difesa e lo ha dimostrato questa sera. Il finale di quarto set sono riuscito a prendere un buon ritmo in battuta che ci ha permesso di allungare verso la vittoria, mentre durante la gara De Cecco mi ha servito sempre grandi palloni da schiacciare. Abbiamo iniziato bene questo periodo lontano da casa che però ci regala l’opportunità di crescere come squadra”.

Spettatori: 3216
Incasso: 33.771,92

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Revivre Milano:
Sbertoli-Abdel-Aziz, Piano-Averill, Schott-Cebulj, Fanuli (L).
Sir Safety Conad Perugia:
De Cecco-Atanasijevic, Podrascanin-Anzani, Zaytsev-Russell, Colaci (L).

1° SET
Inizio di gara con grande ritmo da parte di entrambe le squadre, Perugia è quella che sfrutta meglio il servizio ed il lavoro a muro (7-10). Si continua sul punto a punto con azioni spettacolari, Perugia sfrutta una alzata difettosa di Milano per allungare 9-14 costringendo Giani al time out. Due bombe di Zaytsev aumentano il divario, altro time out Giani (10-17). Risponde Nimir con una fucilata in battuta che colpisce Russell, poi difende e contrattacca per il -4 (13-17, tempo Bernardi). Nimir non trova le mani del muro, Perugia torna a +6 (15-21), ace di Schott per il -4 (18-22), l’errore al servizio di Abdel-Aziz chiude il parziale (20-25).
STATISTICHE 1° SET:
Best scorer: MILANO: Abdel-Aziz 7, Piano 5.PERUGIA: Russell 4, Zaytsev 4, Atenesijevic 4..
Muri: MILANO: 2 (Piano 2). PERUGIA: 1.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/8. PERUGIA: 1/3.
Attacco: MILANO: 50%. PERUGIA: 70%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 14%(10%). PERUGIA: 62%(15%).

2° SET.
Ricezione lunga di Fanuli sul servizio di Zaytsev, primo allungo del set di Perugia (3-5). Muro a tre su Russell, pareggio immediato Revivre (5-5). Ricezione lunga di Zaytsev e tapin di Piano per il sorpasso (7-6) che poi allunga sul turno al servizio di Piano che manda fuori giri l’attacco di Atanasijevic (10-8). De Cecco attacca di seconda intenzione ma non trova il campo, tempo Bernardi (12-9). Svantaggio recuperato da Perugia sulla salto float di Anzani che mette difficoltà alla seconda linea meneghina (12-12). Altro fallo di De Cecco, Milano torna avanti (14-12), pareggio fortunoso di Perugia (16-16) che poi passa con l’ace di Atanasijevic (16-17, tempo Giani). Dentro Klinkenberg per Schott (18-18), errore di Zaytsev e nuovo sorpasso Revivre (20-19). Che difesa per Fanuli su Atanasijevic e che diagonale di Klinkenberg (21-19, tempo Bernardi). Finale da brividi, Milano conquista due palle set dopo un’azione spettacolare chiusa da Cebulj (24-22), Nimir si fa murare la palla della chiusura dopo un’altra grande difesa meneghina (24-23, tempo Giani), Zaytsev manda in rete la battuta (25-23).
STATISTICHE 2° SET:
Best scorer: MILANO: Abdel-Aziz 9, Cebulj 3.PERUGIA:Zaytsev 7, Atanasijevic 4.
Muri: MILANO: 1. PERUGIA: 2.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 0/5. PERUGIA: 1/4.
Attacco: MILANO: 56%. PERUGIA: 50%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 50%(30%). PERUGIA: 37%(26%).

3° SET.
Parte con la spinta decisa del secondo set la Revivre con grande attenzione in difesa e le rigiocate di Cebulj e Abdel-Aziz (5-3). Atanasijevic ribalta la situazione in battuta (6-7), Schott manda out la palla del +2 Perugia (6-8, tempo Giani). Cambia formazione Giani con l’andare nel set inserendo in successione Galass (per Averill), Klinkenberg (per Schott) e Perez (per Sbertoli): il punteggio è 12-15 Perugia. Come nel primo set le due squadre mantengono il cambio palla in questa frazione di gioco (14-17), Milano prova a riavvicinarsi con il muro di Abdel-Aziz su Zaytsev (16-17), ma Perugia risponde con Atanasijevic in contrtattacco (16-19) e a muro su Cebulj (16-20, tempo Giani). Allungo deciso di Perugia che batte bene con Zaytsev lavorando con precisione a muro (17-23, contrattacco Atanasijevic). Chiude l’errore al servizio di Cebulj (20-25).
STATISTICHE 3° SET:
Best scorer: MILANO: .PERUGIA: .
Muri: MILANO: 0. PERUGIA: 1.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/2. PERUGIA: 5/3.
Attacco: MILANO: 68%. PERUGIA: 62%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 48%(29%). PERUGIA: 56%(44%).

3° SET.
Tornano Averill e Sbertoli, rimane in campo Klinkenberg per Schott. Strappa applausi Abdel-Aziz dopo che attacca una palla alzata da De Cecco (4-3). Doppio ace di Averill (6-3), tempo Bernardi. Immediato break perugino sul turno in battuta di Zaytsev e sulle imprecisioni in costruzione di Milano (6-7, tempo Giani). Continua il turno di Ivan, continuano le mancanze in cambio palla della Revivre (6-9 tempo Giani).Milano recupera un break con Nimir (8-10). Esplode il Palayamamy dopo il recupero di Averill e l’attacco di Cebulj che consente il -1 (12-13). Azione spettacolare chiusa da Perugia, ma applausi per entrambe le squadre (14-16). Spettacolare anche l’azione del pareggio Milano con Nimir e la voglia di difendere della Revivre (17-17). Atanasijevic trova l’ace del nuovo +2 Perugia (18-20), Piano quello del pari (20-20). Russell consente la rigiocata ai suoi (20-22, primo tempo Anzani), Nimir manda out la parallela (20-23), Russell trova l’ace (20-24), Klinkenberg annulla una palla match (22-24, tempo Berdnardi) Chiude De Cecco (22-25).
STATISTICHE 4° SET:
Best scorer: MILANO: Abdel-Aziz 5, Cebulj 4, Averill 4.PERUGIA: Atanasijevic 5.
Muri: MILANO: 0. PERUGIA: 1.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 3/5. PERUGIA: 3/4.
Attacco: MILANO: 44%. PERUGIA: 54%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 29%(10%). PERUGIA: 35%(18%).