L’abbraccio del PalaEvangelisti per i campioni della Sir!

È stata una grande festa. Sentita, partecipe, bellissima. Tantissima gente, almeno duemila persone nonostante la festività pasquale, è voluta essere presente al Pala Evangelisti per celebrare i campioni della Sir Safety Perugia che hanno chiuso con l’ennesima vittoria, contro l’Edilesse Conad Reggio Emilia, la loro fantastica stagione. I Block Devils si sono concessi una passerella di fronte ai loro tifosi con Kovac che ha giustamente iniziato il match con i “soliti sette” per poi dare spazio a tutti i ragazzi della rosa, meno impiegati durante la stagione, ma fondamentali per la conquista della massima serie. Ma la partita, almeno stavolta, contava davvero poco, perché tutti erano saliti a Pian di Massiano per osannare un gruppo di giocatori, tecnici e staff di grandi professionisti che ha portato Perugia in serie A1. Il match ha visto così i vari Lattanzi, Zamagni, Belcecchi, Bartoli, Bucaioni e Fusaro dimostrare tutte le loro qualità e portare a casa gli ultimi tre punti (per la stratosferica quota di 70 in tutto l’anno) al cospetto di un Reggio Emilia, dell’applaudito ex Barbareschi, che ha ben figurato e che si appresta e vivere, da giovedì, il suo campionato più importante con i playout salvezza. Ma il bello è venuto subito dopo l’ultimo punto messo a terra da un ace di Bartoli. Tutti vestiti a festa, con magliette celebrative, tanti ex bianconeri delle passate stagioni, invitati a partecipare alla gioia, giovani e meno giovani. E tutti ad applaudire i Block Devils premiati dall’amministrazione comunale, nella persona dell’assessore allo sport Ilio Liberati, e premiati dalla stessa società bianconera con un orologio celebrativo, in un tripudio di striscioni, bandiere e coriandoli sparati in cielo. E poi è stata gioia allo stato puro con il buffet e con vino e spumante per mille brindisi e mille sorrisi. L’applausometro si è impennato per il tecnico Kovac, artefice dalla panchina di una promozione storica, e per capitan Vujevic, grande campione della Sir, punto di riferimento per i compagni in campo. Ma tutti meritano solo grandi elogi. Elogi da condividere con la società e con i tifosi bianconeri, emozionati e commossi per questa annata eccezionale. Tifosi che verso la fine del match cantavano “Serie A1 stiamo arrivando”. È vero, il prossimo passo dei Block Devils si chiama serie A1. Un passo enorme, un passo che mette i brividi solo a pronunciarlo, ma un passo sudato e meritato in pieno. Ci sarà tempo per programmare nel migliore dei modi la massima serie. Stasera no. Stasera si festeggia e basta. Si festeggia l’ingresso nella Storia. Può bastare, no?

IL TABELLINO

SIR SAFETY PERUGIA-EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA 3-1
Parziali: 26-24, 22-25, 25-16, 27-25
Durata Parziali: 27, 25, 22, 31. Tot.: 1h 45’
SIR SAFETY PERUGIA: Daldello 1, Tamburo 5, Corsini 1, Tomassetti 8, Vujevic 3, Petric 3, Cesarini (libero), Belcecchi 11, Zamagni 11, Bucaioni 3, Lattanzi 11, Bartoli 9, Fusaro (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.
EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA: Orduna 1, Paoletti 11, Luppi 5, Tondo 14, Ippolito 8, Barbareschi 14, Peli (libero), Dall’Olio 2, Casadei 5, Bigarelli 1. N.E.: Goi (libero). All. Conte, vice all. Puleo.
Arbitri: Mariano Gasparro – Antonio Longo
LE CIFRE – PERUGIA: 9 b.s., 7 ace, 65% ric. pos., 33% ric. prf., 42% att., 8 muri. REGGIO EMILIA: 12 b.s., 2 ace, 58% ric. pos., 36% ric. prf., 42% att., 10 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY UMBRIA VOLLEY PERUGIA