Svolta epocale per il volley ravennate: nasce il Porto Robur Costa

La città che è considerata universalmente la culla della pallavolo italiana riscrive la storia di questo sport unendo le forze delle due società più rappresentative in quella che può essere considerata a pieno diritto una svolta epocale. Nella conferenza stampa che si è tenuta oggi in Municipio, infatti, Porto Donati (che cederà quindi i diritti di A2) e Robur Costa hanno ufficializzato la loro collaborazione e l’avvio di un Progetto triennale, con il marchio Porto Robur Costa, che vuole regalare a Ravenna ed ai suoi tanti appassionati un sodalizio destinato a durare nel tempo e ad esprimere una prima squadra in grado di tenere alto il nome e la tradizione della città ai massimi livelli nazionali. A questo connubio si associa anche una realtà come la Pallavolo Conselice (era presente il presidente Enrico Spada) che con il lavoro di questi anni si è guadagnata la stima di tutto l’ambiente. L’arrivo del manager più vincente della nostra pallavolo, Beppe Cormio, va inquadrato nella volontà da parte di Damiano Donati e di Luca Casadio di dare vita ad un nuovo progetto, solido e duraturo che possa imporre Ravenna costantemente in alto nel ranking della pallavolo italiana. Cormio ha illustrato l’avvio di questo Progetto, redatto personalmente e sottoposto a Casadio e Donati, rispondendo poi alle domande della stampa. Alla conferenza hanno presenziato anche Valerio Giuliani, in rappresentanza del main sponsor Cmc, oltre ad esponenti di Unicredit e della Fondazione Cassa di Risparmio. Il saluto delle autorità, oltre che dal sindaco Matteucci, è stato portato dall’assessore allo sport della Provincia, Valenti e da quello del Comune, Guerrieri.

Fabrizio Matteucci (sindaco di Ravenna): “Plaudo a questa collaborazione che ritengo in questo preciso momento necessaria ed auspicabile per tenere alto il nome di Ravenna nel mondo pallavolistico e, anzi, foriera di risultati sempre migliori e di nuove ambizioni”.

Luca Casadio: “Fin dall’inizio del percorso pallavolistico della nostra società mi è sempre stata chiara interiormente una mission formulata in 3 punti chiave: ricreare un vivaio pallavolistico ampio e di valore, riportare Ravenna in serie A, unificare le risorse. Questi obiettivi sono stati caldeggiatati anche dal Sindaco e dai vari assessori e amministratori che si sono succeduti nell’ambito socio-sportivo. Il primo passo del 2006 che ha portato all’unificazione fra la Robur e la Angelo Costa ci ha creato l’opportunità di sviluppare i primi 2 punti del progetto. Da qualche tempo in città abbiamo visto con piacere affacciarsi alla ribalta nazionale il nuovo corso di una società pallavolistica pluri-blasonata ed è apparsa improvvisamente la luce della cerchiatura del progetto!”.

Damiano Donati: “Sono ancora emozionato per l’impresa di pochi giorni fa e mi trovo a condividere qualcosa di ancora più grande dal punto di vista organizzativo. Ho ereditato una società gloriosa e piena di trofei cercando di ricreare quell’entusiasmo che ne ha caratterizzato i successi nazionali e internazionali. Vedendo il seguito che in poco tempo si è creato attorno alla nostra società, ho potuto toccare con mano i valori che questo sport insegna e ho conosciuto persone che come me sono animate dalla pura passione e ho iniziato a condividere con loro le idee, quelle idee che mi hanno convinto a far parte del nuovo progetto pallavolistico di Ravenna, che potrà vantare oltre alla squadra di serie A un valore sociale caratterizzato da 521 ragazzi frutto dell’unione dei vivai giovanili di Conselice, Bagnacavallo, Lugo, Porto Ravenna e Robur Costa. Sono onorato di essere partecipe di questo progetto”.

Giuseppe Cormio: “Sono davvero onorato di far parte di questa situazione che auspicavamo da tempo e sono felice di essere stato scelto per un ruolo così impegnativo e prestigioso. Avendo programmato bene i passi che andremo a fare da qui in avanti sono fiducioso che questa compagine possa raggiungere risultati importanti giù a medio termine. Ringrazio le società che mi hanno scelto per ricoprire la carica di Direttore Generale. La costruzione della prima squadra è ormai a buon punto e dalla prossima settimana partiranno le ufficializzazioni dei nuovi arrivi”.