Crema è nell’olimpo del volley

Crema batte Gioia al tie-break e conquista la storica promozione in A1. Una partita vibrante davanti ad un pubblico semplicemente fantastico, che non ha mai smesso, neanche nei momenti di difficoltà, di spingere la squadra verso un risultato inimmaginabile fino a poco tempo fa. La partita comincia con la Premier Hotels padrona del campo nel primo set, che ipoteca l’1-0 grazie ad un parziale di 7-0 con Roby Cazzaniga al servizio, che porta i Blues dall’8-10 al 15-10. Da questo momento la squadra di Luca Monti amministra il vantaggio e chiude sul 25-21. Gioia però non ci sta e vuole far capire di voler provare a fare lo scherzetto ai più di mille cremaschi presenti al palazzetto. Trascinati da un Manius Abbadi praticamente perfetto sia in ricezione che in attacco, i pugliesi prima pareggiano i conti vincendo il secondo set 21-25 e poi passano a condurre la gara con il 19-25 del terzo. Il quarto set è di quelli che fanno male alle coronarie, si parte in perfetto equilibrio, punto a punto, fino al 15-15. Gioia prova a scappare via e ci riesce con il +2 del 15-17 e del 16-18. E’ un attacco di Cazzaniga a riportare la Premier Hotels sotto di uno ed, appena dopo, è lo stesso Virus ad andare al servizio. Dire che la tensione si taglia con il coltello pare riduttivo, Cazzaniga si prepara oltre la linea dei nove metri: ace, parità. Poi, nel momento più importante di tutta la partita (e non solo) altri due ace di Virus con un piccolo aiuto della rete e del Dio del Volley, se ne esiste uno. Due pari, si va al quinto e non poteva essere altrimenti, se no che finale sarebbe stata. La Premier Hotels scende in campo per il set più importante della sua storia, ma da una parte della rete ci sono i sei giocatori di Gioia del Colle, mentre dall’altra idealmente tutto il palazzetto e tutta la città. Si comincia: punto di Cazaniga, pareggio di Divis, poi…2-1 per la Premier Hotels…3-1…4-1..5-1..6-1, altro punto di Divis, ma in questo momento solo i malati di scaramanzia non stanno già pensando alla festa finale. I Blues non possono farsi scappare di mano un’occasione del genere. Il set va avanti nel delirio del PalaBertoni…9-4…10-4…11-4. Gioia prova a reagire, ma ormai i festeggiamenti sono già cominciati, 13-6…14-6, poi tre punti della Teleunit…ma ormai è fatta… si aspetta solo l’ultimo punto….Cazzanigaaaaaaaaaa!!!…15-9… la Premier Hotels Reima Crema è in A1!! La Premier Hotels è nella storia!! Applausi, lacrime, urla, gioia, abbracci, i giocatori in biancheria intima, cori, tutti sotto la doccia, sul seggiolone dell’arbitro giocatori e tifosi che cantano, gli spogliatoi come tempio sacro dei festeggiamenti. Ma non è finita, tutti in macchina o in scooter per andare in centro per far capire ai cremaschi distratti ciò che è successo, tutti in Piazza Garibaldi, altri cori, altri abbracci, clacson, trombe, caroselli d’auto, una città intera in festa, una città intera vestita di Bianco-Blu. Complimenti Reima: la storia è riscritta!

Nella foto: la festa finale al PalaBertoni

Andrea Mombelli
Ufficio Stampa Premier Hotels Reima Crema
3387701369